Galoppa, fuggi, galoppa, superstite fantasia. Avido di sterminarti, il mondo civile ti incalza alle calcagna, mai più ti darà pace.

– D. BUZZATI

Francesco Troccoli

SCRITTORE

Dopo tanti anni da dirigente in una multinazionale, era ora di smettere. Durante la mia vita “precedente” ho imparato molto, ho conosciuto molti amici e soprattutto ho potuto viaggiare, cosa che adoro. Ma con gli anni sono cambiato, e continuare a dedicare la maggior parte del mio tempo a una struttura orientata esclusivamente al profitto, in un sistema caratterizzato da una pressione commerciale e da una competizione in vorticosa accelerazione, non mi avrebbe permesso di restare me stesso.

E così, me ne sono andato.

Dal duemilaotto traduco scienza (e narrativa, ogni volta che posso) e, soprattutto, scrivo.

Il mio romanzo d’esordio, “Ferro Sette” (2012), è ambientato in un mondo in cui gli esseri umani hanno dimenticato cosa sia il Sonno. Perché nel loro mondo il Sonno, e i sogni, non esistono più. Di giorno, come di notte, l’obiettivo dell’esistenza è uno solo: lavorare senza sosta, produrre il più possibile, sfruttare ogni risorsa disponibile, fino all’ultimo grammo.
Ti sembra fantascienza?
Secondo me è una storia che, a ben guardare, potrebbe interessare chiunque. Se pensi che sia anche la tua, forse sei arrivato nel posto giusto.

Nel mio “universo immaginario” l’essere umano si è evoluto (o involuto?) in una direzione che ha privilegiato la razionalità, la tecnologia e l’economia. Tutto ciò che non è utile alla declinazione di queste dimensioni è stato penalizzato, se non soppresso. Fantasia, cultura, letteratura, immaginazione, sono parole estinte oppure sono diventate orfane del loro significato d’origine. Lo stesso vale per il Sonno, e per i sogni. Il corteggiamento avviene solo fra pianeti, l’arte è il mestiere dei minatori o dei fabbricanti d’armi; sogno è sinonimo di utopia e… il Sonno non serve più a nulla.
Ma un gruppo di donne e uomini coraggiosi, al seguito di un Uomo forte, appassionato, che conosce la storia umana, si decide a ribellarsi. È una piccola comunità e popola una delle dozzine di miniere che costellano il sottosuolo di un lontano pianeta sfruttato in modo intensivo, depredato di ogni risorsa. Le Donne e gli Uomini di Ferro Sette hanno imparato a dormire, a sognare, a vivere. E sono diventati più forti. L’uomo alla guida dei minatori rivoltosi diventa presto il nemico numero uno del Governo che, per stanarlo dal covo, invia sulle sue tracce un cacciatore di taglie.
Ma i due, un tempo, erano amici.

I romanzi “Ferro Sette” e “Falsi dèi”, pubblicati nel 2012 e 2013, hanno avuto un successo tale da trovare oggi nuova pubblicazione come e-book.
Il terzo romanzo, “Mondi senza tempo”, capitolo finale della storia, è stato pubblicato a maggio del 2016.

Benvenuti nella saga dell’Universo Insonne.

.

Francesco Troccoli
Francesco Troccoli scrittore
Francesco Troccoli

ROMANZI & RACCONTI

VIDEO: FILMATI & INTERVISTE