Francesco Troccoli

SCRITTORE

Dopo molti anni trascorsi come dirigente di una multinazionale, era arrivata l’ora di smettere. 
Il mio romanzo d’esordio, “Ferro Sette” (2012), è ambientato in un mondo in cui gli esseri umani hanno dimenticato cosa sia il Sonno. Perché in quel mondo il Sonno, e i sogni, non esistono più. Di giorno, come di notte, l’obiettivo dell’esistenza è uno solo: lavorare, produrre, sfruttare ogni risorsa.
Finché un gruppo di coraggiosi trova un modo per ribellarsi.
Questa è una storia che, in fondo, riguarda chiunque.

Se pensi che sia anche la tua, forse sei nel posto giusto.

LEGGI DI PIÙ
Francesco Troccoli

FERRO SETTE

ROMANZO | 2012

Futuro remoto: l’umanità ha smarrito le basi della sua stessa natura. Due vecchi commilitoni si ritrovano, nemici. Il primo, Tobruk Ramarren, è una ignara pedina di un potere occulto; il secondo, seguendo un’antica intuizione, si ribella a quella che sembra l’unica vita possibile. Nelle viscere di un piccolo pianeta minerario ai confini dell’Alleanza, il protagonista s’imbatterà in una sorprendente comunità di reietti, custodi del segreto che li rende liberi. Lo scontro tra i Dominatori e lo sparuto gruppo di rivoluzionari è inevitabile, così come la sorpresa di Tobruk Ramarren di fronte alla scoperta che gli cambierà la vita. Una sorprendente visione di un possibile futuro della civiltà del nostro tempo, e di una ribellione che scaturisce dalla natura più segreta e preziosa dell’essere umano. […]

ACQUISTALO SU AMAZON

FALSI DEI

ROMANZO | 2013

Dopo “Ferro Sette”, proseguono le avventure di Tobruk Ramarren nell’Universo senza Sonno. La lotta contro i Longevi continua: sotto le insegne dello Stato Libero di Haddaiko, la nave spaziale Hebron è diretta verso un lontano sistema ai confini della Galassia. A bordo, a fianco del presidente Hobbes, Tobruk Ramarren è a capo di un Corpo di spedizione di “dormienti”, in stato di ibernazione, che avrà il compito di insegnare il sonno alla popolazione indigena. Ma un’inspiegabile contaminazione e un attacco improvviso costringono la nave alla deriva, scagliandola in un pianeta ignoto e dimenticato. Sulla superficie del Nuovo Mondo, sarà molto alto il prezzo che il protagonista dovrà pagare per scoprire la verità della storia umana. […]

ACQUISTALO SU AMAZON

NEWS

ULTIME DAL MIO BLOG

VAI AL BLOG

SCRITTI DA ALTRI

#ISF Italian Science Fiction

VAI ALLA RACCOLTA

RECENSIONI

STAMPA | WEB

Insomma, in questo romanzo – come negli altri due della trilogia – non c’è solo fantascienza, non c’è solo una fantasia portata su alte vette, tra mentalica da apprendere e viaggi nel tempo e nel non-tempo da compiere, ma c’è un intero universo, vero e reale. Leggi tutta la recensione
Polepole, Zebuk
Il connubio tra tutti questi elementi crea un’opera complessa, suscettibile di più piani di lettura, che però non trascura quel sense of wonder tanto caro alla fantascienza del tempo che fu. Ciò non vuol dire che il romanzo sia stilisticamente vintage, anzi. MONDI SENZA TEMPO pone il lettore davanti ad un’ottima space opera del XXI secolo per trama, linguaggio e tematiche. Leggi tutta la recensione
Stefano Sacchini, Cronache di un sole lontano
A ogni libro – o racconto – Troccoli è sempre più bravo. Copiare i classici (nel nostro caso Asimov, Simak, Vince…) è facile, rinnovarli invece è assai difficile: «Mondi senza tempo» centra il bersaglio. Fantascienza avventurosa ma ricca di idee; senza deja vu, stereotipi, aria fritta, scopiazzature.Leggi tutta la recensione
Daniele Barbieri, La bottega dei barbieri
ULTIME RECENSIONI